Giornata Internazionale della Donna: “la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni però ciò che è importante non cambia”

Giornata Internazionale della Donna: “la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni però ciò che è importante non cambia”

La giornata internazionale della donna – ovvero il modo in cui amo chiamare la festa della donna – è l’occasione per ricordare il ruolo della donna nella società, le sue conquiste e le discriminazioni subite e superate o che ancora subisce.

E’ proprio così, guardandomi intorno, ascoltando i media e intervistando le “donne” sembra che questa emancipazione ancora non ci sia. Che spesso si continui ad essere discriminati dai colleghi di sesso maschile sul posto di lavoro per “il limite” di essere donna: la maternità, il gentil sesso, ecc.

Limite?? Invece io credo che qualsiasi donna che lavori faccia un doppio, triplo lavoro: quello di madre, moglie, manager, impiegata, ecc. Quando la donna lavora lo fa sempre al massimo delle sue possibilità, senza risparmiarsi e raggiungendo risultati eccellenti.

Perché? Perché la donna deve organizzarsi, coordinare ogni suo singolo impegno al fine di conciliare tutto: dal portare i bambini a scuola a gestire le attività extrascolastiche, la casa e i propri impegni. E sa che per il suo lavoro di manager, impiegata, maestra, ecc. deve gestire in modo “svizzero” il suo tempo e quindi non lo farebbe se non nell’ottica del “dare il massimo”.

Insegniamo ai nostri figli a rispettare le donne. Insegniamo alle nostre figlie ad essere rispettate. Soprattutto non insegniamo “le differenze” di qualsiasi tipo. Se non facciamo notare le differenze di sesso, razza, religione, i nostri figli non le evidenzieranno perché per loro la diversità sarà normalità!

E smettiamola di pensare che i sani principi, l’uguaglianza, la meritocrazia siano un’utopia. Fin quando lo faremo non ci impegneremo mai fino in fondo per cambiare ciò che non ci piace!

Oggi vi propongo Strong/Love per la donna che sa essere forte, coraggiosa, combattiva e al contempo amorevole, dolce ed empatica in maniera ugualmente opposta!

Vi saluto con una bellissima poesia di Madre Teresa di Calcutta, esempio ammirevole di donna, coraggio, emancipazione, amore infinito.

Donna
 Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
 i capelli diventano bianchi,
 i giorni si trasformano in anni…
 Però ciò che è importante non cambia;
 la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
 Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.
 Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
 Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.
 Fino a quando sei viva, sentiti viva.
 Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
 Non vivere di foto ingiallite…
 insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
 Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
 Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
 Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
 Quando non potrai camminare veloce, cammina.
 Quando non potrai camminare, usa il bastone.
 Però  non trattenerti mai!!!
 Madre Teresa di Calcutta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *